Legge di Bilancio 2018

Con la Legge di Bilancio 2018 sono stati prorogati gli incentivi fiscali per i lavori di ristrutturazione edilizia, volti in particolar modo alla riqualificazione energetica degli edifici. Per le abitazioni private si potrà beneficiare della detrazione fino al 31 Dicembre 2018 mentre per i condomini sarà in vigore fino al 2021.
Il bonus ristrutturazione consiste in una detrazione Irpef pari al 50% della spesa sostenuta per i lavori, per un tetto massimo di spesa di 96.000 euro.
La detrazione è valida per i lavori di ristrutturazione edilizia avviati a partire dal 1º Gennaio 2018 e sarà fruibile fino al 31 Dicembre 2018. Dal 1º Gennaio 2019 invece si tornerà alla detrazione prevista dalla norma del TUIR che prevedere un bonus Irpef del 36% per un limite massimo di spesa di 48.000 euro.

Chi può usufruire del Bonus Ristrutturazione?

Il bonus ristrutturazione può essere goduto da:

  • il proprietario dell’immobile
  • il nudo proprietario
  • il titolare di un diritto reale di godimento (usufrutto, uso, abitazione o superficie)
  • il locatario
  • il comodatario
  • il socio di cooperative divise ed indivise
  • il soggetto che produce redditi in forma associata (società semplici o imprese familiari)
  • l’imprenditore individuale

Quali tipologie di lavori sono ammessi nel bonus ristrutturazioni 2018?

Indicativamente i lavori soggetti a detrazione Irpef per le ristrutturazioni immobiliari 2018 sono gli stessi del 2017. Alcuni di essi sono:

Qual è l’importo massimo detraibile?

L’importo massimo di spesa ammessa per la detrazione fiscale per la Legge di Stabilità 2018 è:

  • 100.000 euro per gli interventi di riqualificazione energetica
  • 60.000 euro per gli interventi sull’involucro dell’edificio
  • 30.000 euro per la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale
  • 60.000 euro per l’installazione di pannelli solari

Pratiche ENEA

Coloro che beneficeranno del bonus per la ristrutturazione ediliziacosì come per l’ecobonus e per il sismabonus – dovranno inviare, per via telematica, la documentazione sui lavori effettuati all’ENEA (Ente Nuove Tecnologie per l’Energia e l’Ambiente). Una volta ricevuta la documentazione, l’autorità effettuerà un monitoraggio per vedere la qualità del lavoro effettuato, ovvero l’effettivo impatto che i lavori di ristrutturazione edile avranno sul risparmio energetico. Dopodiché le informazione verranno inoltrate al Ministero dello Sviluppo Economico.

I nostri servizi di Ristrutturazione Edile

La nostra impresa edile, Edil Lambro Costruzioni, con sede nella Provincia di Lodi è abilitata allo svolgimento di tutti i lavori di ristrutturazione edile. Ricorda che la detrazione del 50% è valida ancora solo per quest’anno, conviene quindi valutare oggi di intraprendere dei lavori di manutenzione sull’immobile. Non aspettare che sia troppo tardi.

Per maggiori informazioni non esitare a contattarci.

CHIAMA SCRIVI